Powered by

DISABILITA’ ACQUISITA – ciclo di webinar gratuiti

DISABILITA’ ACQUISITA

ALCUNE RISPOSTE ALLE DOMANDE PIU’ FREQUENTI

 

Ciclo di webinar gratuiti

Una qualsiasi persona, in un qualsiasi momento della propria vita,  può ritrovarsi in una condizione di disabilità acquisita in seguito a lesione cerebrale o midollare. In relazione alla lesione la persona può presentare deficit motori, cognitivi, del linguaggio, relazionali e/o comportamentali.

ProgettAzione che da oltre 20 anni gestisce servizi a favore di persone con disabilità in seguito ad una Grave Cerebrolesione Acquisita, ha provato a raccogliere le principali domande poste da familiari e caregiver costruendo un ciclo di webinar gratuito aperto a tutti.

Obiettivo di questo ciclo di webinar è non solo fornire informazioni, ma dare delle indicazioni operative su diversi aspetti che coinvolgono una persona con disabilità acquisita, oltre che sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema.

 

Il ciclo di webinar prevede i seguenti 5 incontri:

26.10.2022 – Quando l’ospedale ti dimette? – Elisabetta Milanesi

In seguito alle dimissioni ospedaliere ci si può trovare a dover fronteggiare una serie di variabili che, senza il necessario sostegno, possono diventare ostacoli nel prosieguo del progetto del proprio caro.

Come affrontare il rientro a domicilio o valutare soluzioni alternative? A chi posso appoggiarmi? Da dove devo partire?

Queste sono solo alcune delle domande che il familiare si pone e a cui spesso non trova o fatica a trovare risposta.

Proveremo allora a dare delle semplici indicazioni che possano guidare la persona ed i suoi familiari nel percorso post ospedaliero e nei sostegni necessaria in seguito ad una disabilità acquisita.

 

22.11.2022 – Se ho difficoltà cognitive? – Stefania Borroni

La vita di tutti i giorni di una persona con disabilità acquisita può essere molto complicata. I danni cerebrali (tra cui traumi cranici, ischemie, emorragie ed anossie) lasciano spesso conseguenze a livello sensoriale, cognitivo e comportamentale che rendono difficile svolgere semplici attività quotidiane in modo autonomo.

Diventa quindi fondamentale una ristrutturazione della quotidianità di questi pazienti e delle loro famiglie per ritrovare un benessere soggettivo il più possibile simile a quello precedente l’evento morboso. Per raggiungere questo obiettivo è possibile intraprendere, anche in contemporanea, percorsi differenti: una riabilitazione cognitiva, l’utilizzo di strategie compensative e interventi sociali ed ecologici.

La riabilitazione cognitiva con i professionisti del settore permette di trattare direttamente le abilità cognitive compromesse attraverso esercizi mirati.

Non sempre però è possibile intraprendere un percorso riabilitativo vero e proprio. In questi casi si fa ricorso a strumenti di tipo compensativo, cioè delle vere e proprie “strategie alternative” che consentono di superare e bypassare le difficoltà anche attraverso l’utilizzo di oggetti e materiali facilmente reperibili.

Infine, assumono grande importanza gli interventi di tipo sociale ed ecologico, che permettono di riattivare una rete territoriale e sociale intorno alla persona e di riconquistare autonomia in semplici attività quotidiane.

Si tratta quindi di una riorganizzazione individualizzata della vita di tutti i giorni pensata ad hoc per ogni singola persona, che tiene conto non solo delle difficoltà cognitivo-comportamentali, ma anche dei suoi bisogni emotivi e sociali.

Durante l’incontro verranno illustrati questi differenti percorsi, con particolare riferimento agli interventi compensativi e sociali.

 

14.12.2022 – Se non riesco a comunicare? – Serena Alessio

In presenza di disabilità acquisita possono presentarsi delle difficoltà di comunicazione dovute a cause tra loro molto differenti: l’afasia, le difficoltà relative alla pragmatica della comunicazione, la disartria.

Le difficoltà di linguaggio, della comunicazione e articolatorie hanno un impatto importante sulla qualità di vita e sulla quotidianità del paziente e dei caregivers.

Oltre alla possibilità di intraprendere un percorso riabilitativo con il professionista sanitario di riferimento (il logopedista), possono essere adottate alcune strategie a sostegno di una comunicazione più efficace ed efficiente. Tali strategie vanno personalizzate in base ai punti di forza e alle caratteristiche del paziente e dei caregivers di riferimento.

 

24.01.2023 – Come si costruisce l’affettività? – Claudia Maggio

L’affettività, l’identità di genere e la rappresentazione del proprio sé e schema corporeo rimangono elementi esistenziali fondamentali anche nelle disabilità più gravi.

Tuttavia, questi aspetti sono connessi all’organizzazione familiare pregressa (da un punto di vista relazionale, comportamentale ed emotivo) e nell’assetto di vita in tutti i suoi elementi e caratteristiche (pregresse a qualsiasi evento traumatico) nella persona colpita da una fragilità.

Come cambia la modulazione degli affetti e delle relazioni in una situazione di disabilità? Come cambia la gestione del corpo dell’altro, quando lo stesso è colpito da una disabilità?

Tutti questi complessi processi devono essere valutati in sinergia con le vecchie e nuove risorse del paziente e del suo micro-gruppo sociale di riferimento.

 

28.02.2023 – Quali interventi educativi? – Katiuscia Zanardi

L’agire educativo richiede uno sguardo capace di incontrare l’altro nella sua complessità, considerando potenzialità e limiti, desideri ed aspettative e ponendo in primo piano il benessere personale inteso in senso dinamico ed articolato, pertanto il progetto educativo prende forma in considerazione del concetto di qualità di vita; in termini operativi questo si traduce in modalità educative d’intervento che coinvolgono necessariamente, secondo una prospettiva sistemica, il singolo soggetto e l’universo esperienziale nel quale vive.

Attraverso la descrizione delle attività che si svolgono all’interno del contesto protetto del centro diurno disabili di Progettazione, e dei servizi domiciliari/territoriali con supporto educativo in contesto esterno, verranno esposti gli obiettivi educativi dei differenti laboratori attivi e gli effetti che essi implicano a più livelli nei contesti di vita.

 

Per visionare e scaricare il programma clicca qui Disabilità acquisita

 

RELATORI

Elisabetta Milanesi: terapista della riabilitazione psichiatra, da diversi anni è coordinatrice dei servizi diurni e residenziali per persone con GCA di ProgettAzione. Negli anni si è occupata di continuità assistenziale, percorsi di reinserimento familiare, sociale e lavorativo con un’attenzione particolare anche a tutto ciò che riguarda gli ausili tecnologici.

Serena Alessio: logopedista, è referente per gli aspetti legati al linguaggio e alla deglutizione dei servizi riabilitativi e di reinserimento sociale per persone con GCA di ProgettAzione. Per lo stesso ente realizza valutazioni ed interventi logopedici a favore di minori ed adulti e conduce interventi formativi e informativi sui temi del linguaggio e della deglutizione. Attualmente sta seguendo un master universitario relativo alla presa in carico interdisciplinare delle GCA.

Stefania Borroni: psicologa clinica e neuropsicologa, specializzanda in psicoterapia. Presso i servizi di ProgettAzione si occupa di valutazione e riabilitazione neuropsicologica di persone con GCA e gestisce interventi individualizzati e di gruppo volti al mantenimento e potenziamento delle abilità cognitive.

Claudia Maggio: psicoterapeuta della famiglia e della coppia, specializzata in neuropsicologia. E’ responsabile scientifica dei servizi riabilitativi e di reinserimento sociale per persone con Grave Cerebrolesione Acquisita di ProgettAzione. Negli ultimi anni, per il Gruppo IN, ha condotto progetti di ricerca scientifica riguardanti i pazienti con GCA, doppia diagnosi e demenza. Ha inoltre lavorato alla definizione e costruzione di nuovi strumenti valutativi e riabilitativi per persone con GCA, disagio psichico e patologie dell’invecchiamento cerebrale.

Katiuscia Zanardi: educatrice, coordinatrice educativa dei servizi diurni per persone con Grave Cerebrolesione Acquisita di ProgettAzione. 

 

INFORMAZIONI

I webinar sono gratuiti e verranno realizzati dalle 21:00 alle 22:00 attraverso piattaforma Google Meet.

La partecipazione è gratuita previa iscrizione. Attualmente è possibile iscriversi al primo incontro attraverso il seguente link: https://forms.gle/5qEXjNCuGJDJ541h7  In caso di difficoltà ad iscriversi online è possibile telefonare al n. 035657351 dalle ore 9:00 alle ore 12:00. A termine di ogni webinar verranno aperte le iscrizioni al webinar successivo.

Il giorno stesso del webinar verrà inviato il link attraverso il quale poter partecipare.

Verrà rilasciato attestato di partecipazione in seguito alla compilazione del questionario di gradimento che verrà inviato online in seguito alla realizzazione di ogni webinar.

 

Share Button